massimilianofilippi.it logo
spettri in colore
1 / 26 ◄   ► ◄  1 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
spettri in colore
come una donna irraggiungibile
2 / 26 ◄   ► ◄  2 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
come una donna irraggiungibile
due cuori ed un gabbiano
3 / 26 ◄   ► ◄  3 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
due cuori ed un gabbiano
strisce di solitudine
4 / 26 ◄   ► ◄  4 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
strisce di solitudine
multicolore tenebroso
5 / 26 ◄   ► ◄  5 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
multicolore tenebroso
giochi vorticosi controluce
6 / 26 ◄   ► ◄  6 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
giochi vorticosi controluce
alieno conquistatore
7 / 26 ◄   ► ◄  7 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
alieno conquistatore
da in fondo al mare
8 / 26 ◄   ► ◄  8 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
da in fondo al mare
la piovra e l'uomo
9 / 26 ◄   ► ◄  9 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
la piovra e l'uomo
domino
10 / 26 ◄   ► ◄  10 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
domino
dragon trainer
11 / 26 ◄   ► ◄  11 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
dragon trainer
una medusa osservante
12 / 26 ◄   ► ◄  12 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
una medusa osservante
materia e spettri
13 / 26 ◄   ► ◄  13 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
materia e spettri
desolante mistero
14 / 26 ◄   ► ◄  14 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
desolante mistero
aspirazione ed ispirazione
15 / 26 ◄   ► ◄  15 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
aspirazione ed ispirazione
giallo
16 / 26 ◄   ► ◄  16 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
giallo
speranza
17 / 26 ◄   ► ◄  17 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
speranza
Sergio e la salicornia
18 / 26 ◄   ► ◄  18 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
Sergio e la salicornia
riflessione sull'aldilà
19 / 26 ◄   ► ◄  19 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
riflessione sull'aldilà
antica garitta
20 / 26 ◄   ► ◄  20 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
antica garitta
chiacchiere da fauna
21 / 26 ◄   ► ◄  21 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
chiacchiere da fauna
fauna in seppia
22 / 26 ◄   ► ◄  22 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
fauna in seppia
frontiera
23 / 26 ◄   ► ◄  23 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
frontiera
il silenzio
24 / 26 ◄   ► ◄  24 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
il silenzio
passato struggente
25 / 26 ◄   ► ◄  25 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
passato struggente
attracco
26 / 26 ◄   ► ◄  26 / 26  ► pause play enlarge slideshowhd
attracco

CERVIA

ARIA E SALE
Mi incammino con il mio fedelissimo zaino su un infinito lungomare dalla battigia cosparsa da una moltitudine di conchiglie spiaggiate lì da giorni per via dell'intransigente opera dei pescherecci in mare aperto. Il clima è mite ed un alito di vento spira da nord e non promette nulla di buono visto il grigiore del cielo. Comincio ad intravedere qualcosa laggiù tra una miriade di curiosi che volteggia nell'ARIA come farfalle inquiete alla ricerca di un misero punto dove posare, ma in realtà sono degli AQUILONI che mi appropinquo ad immortalare per la prima volta come fotografo. Analizzo ogni loro squillo, ogni loro vertigine, distratto dai loro colori vivaci e dalla loro maestosità. Le raffiche di vento aumentano e la mia preoccupazione principale diventa il tempo d posa vista la spasmodica velocità con cui gli aquiloni si agitano nel cielo. Sono a CERVIA e mi diletto ad osservare ogni singolo muovere delle dita con il quale i piloti di terra comunicano con questi mostri multicolore.
L'indomani decido di trascorrere la mattinata presso il PARCO del DELTA del PO e più precisamente presso le SALINE di CERVIA, ottocentoventisette ettari di riserva naturale e nobile punto per la nidificazione, come pochi altri al mondo, di specie animali quali fenicotteri rosa e cavalieri d'italia. La giornata si prospetta uggiosa, una fitta pioggerellina mi insidia e minaccia l'escursione, ma la guida, il mitico Sergio, che rammento con simpatia, rivela un certo ottimismo ed il tempo di imbastire quattro chiacchiere che mi ritrovo navigante in uno stretto e silenzioso canale circondato da una fitta vegetazione. Osservato speciale da alcuni gabbiani reali posati su un cavo dell'alta tensione, mi guardo intorno, la pioggia cessa di cadere, ed oramai penetrato definitivamente in questà immensità naturale dimentico il frastuono dell'urbe e colleziono qualche scatto mentre la mia anima si purifica.
Share
Link
https://www.massimilianofilippi.it/cervia-p12449
CLOSE
loading